Aon: clima e cyber sono opportunità per l’espansione della capacità riassicurativa

Secondo Aon, mentre i livelli di capitale riassicurativo rimangono adeguati nella maggior parte del mercato, ci sono alcune opportunità per l’ingresso di nuovi capitali e per l’espansione dei player esistenti

Il capitale riassicurativo è aumentato nella prima metà del 2021, raggiungendo un massimo di 660 miliardi di dollari, di cui Aon stima che il capitale alternativo, da titoli collegati all’assicurazione (ILS) come le obbligazioni catastrofali e la riassicurazione collateralizzata, sia pari a 97 miliardi di dollari.

Mentre questo ha contribuito per circa il 15% del capitale riassicurativo totale ed è aumentato leggermente nel secondo trimestre, il mercato ILS è stato nuovamente colpito dalle perdite dovute alle catastrofi, il che potrebbe appiattire un po’ la crescita del capitale quando verranno rilasciate le cifre di fine anno per il 2021.

Questo presenta alcune opportunità per il dispiegamento di nuovi capitali in aree come la retrocessione, naturalmente, ma Aon evidenzia anche altre aree di opportunità.

“Nel complesso, il capitale riassicurativo rimane in una posizione forte per sostenere le esigenze di trasferimento del rischio del mercato primario e per posizionare gli assicuratori per la linea di prodotti e l’espansione geografica”, ha spiegato Aon in un recente report.

Ma il broker ha anche notato che “esistono ancora opportunità di espansione della capacità riassicurativa per sostenere nuovi prodotti in diverse aree, in particolare il cyber e il clima“.

clima

L’opportunità clima

In questo caso, il clima potrebbe significare lo sviluppo di categorie completamente nuove di prodotti di trasferimento del rischio, focalizzate sull’aiutare le aziende e le entità a scaricare, o compensare con l’uso di capitale di rischio, i rischi finanziari legati al cambiamento climatico che si trovano nei loro bilanci.

Ma riflette anche l’opportunità negli affari catastrofali della proprietà, dove le tendenze nell’attività di perdita possono spesso ora essere citate come parte del rischio climatico e la recente esperienza di perdita pesante potrebbe portare a un maggiore acquisto di protezione, dato che i riassicuratori cercano di controllare le loro esposizioni.

L’opportunità cyber

Anche il cyber presenta un’opportunità, resa ancora più evidente dall’impennata dei tassi, dalla riduzione della capacità e dal fatto che molti osservatori del mercato affermano che la mancanza di riassicurazione e retrocessione ha creato delle sfide per i sottoscrittori primari nello spazio del rischio cyber.

Mentre il cyber rimane un’esposizione particolarmente di nicchia nel mercato ILS, c’è forse l’opportunità per le aziende innovative di proporre metriche che potrebbero essere utilizzate per fornire riassicurazione o retrocessione del cyber peak peril.

Come il clima, il cyber è un’area in cui l’innovazione sarà la chiave e un approccio diverso alla strutturazione dei prodotti di trasferimento del rischio potrebbe generare nuova domanda e opportunità.

Ma probabilmente avremo bisogno di vedere il mercato assicurativo cyber assestarsi e ottenere un maggiore controllo dei suoi indici di perdita prima che una quantità significativa di nuovi capitali si rivolga a questa linea di business, in qualcosa di diverso da un modo altamente controllato e limitato alle perdite.