Frena in Germania il calo degli intermediari

Tra la fine di settembre 2020 e l’inizio di gennaio 2021, il numero di intermediari assicurativi registrati presso le Camere di Industria e Commercio in Germania non è diminuito ulteriormente per la prima volta dopo molti anni.

Il numero di intermediari di prodotti-accessori è nuovamente aumentato, mentre il numero di agenti è in controtendenza rispetto alla tendenza al ribasso a lungo termine. E’ quanto risulta dai dati attuali pubblicati dalla DIHK, l’Associazione delle Camere di Commercio e Industria tedesche.

Al 4 gennaio 20201 erano registrate 197.437 persone o società, quasi 700 in più rispetto alla fine di settembre. Ciò corrisponde ad un aumento di oltre lo 0,3 per cento.

Su base annua, tuttavia, il numero di registrazioni è diminuito di circa 550 unità. Ciò corrisponde ad una diminuzione dello 0,5%. A titolo di confronto: l’anno precedente la diminuzione era ancora dell’1,6% (in cifre assolute: meno 3.200). Nel 2018 si è registrata addirittura una diminuzione dell’8,7% (in cifre assolute: meno 19.200).

All’inizio del 2011 il registro contava ancora 263.452 intermediari, 65.000 in più. In termini percentuali, il calo è pari a quasi un quarto (24,7%).

Tra la fine di settembre e l’inizio di gennaio, il numero di agenti assicurativi vincolati che non necessitano di una licenza (ai sensi dell’art. 34d comma 7 GewO) è cresciuto di 644 a 118.135 (più 0,5%). Nel corso dell’anno il gruppo si è ridotto di circa lo 0,5 per cento (meno 552). Il numero di agenti con licenza (§ 34d comma 1 GewO) è aumentato di 20 a 27.880 persone o società nel quarto trimestre. Dall’inizio dell’anno, tuttavia, è stata osservata una riduzione dell’1,8% (meno 499).

Nel caso dei broker assicurativi, l’ultimo dato di 45.962 era inferiore di 92 unità rispetto alla fine di settembre (meno 0,2 per cento). Il loro numero era aumentato per l’ultima volta tra l’inizio di aprile e l’inizio di luglio dell’anno precedente. Considerato su un periodo di dodici mesi, il calo si aggira intorno allo 0,7% (meno 324 persone registrate).

Il gruppo dei consulenti assicurativi è diminuito di cinque unità nel quarto trimestre (a 326). Tra la fine di giugno e la fine di settembre, il loro numero era ancora cresciuto di cinque. Nel corso dell’intero anno si è registrata una riduzione di otto imprese registrate (meno 2,4 per cento).

La tendenza è negativa anche per quanto riguarda l’occupazione complessiva nel settore assicurativo. Tra il 2002 e il 2019 il numero di dipendenti soggetti ai contributi sociali nel settore assicurativo è diminuito di circa 46.000 unità, ovvero di quasi un quinto fino a 202.000 unità. Per il 2019, tuttavia, l’Associazione dei datori di lavoro delle compagnie di assicurazione in Germania (AGV), tuttavia, ha registrato per la prima volta un aumento dopo nove cali consecutivi – da parte di 100 collaboratori delle assicurazioni. Il numero degli impiegati è cresciuto, mentre il personale sul campo ha continuato a ridursi.

intermediari