Aon: Il capitale dei riassicuratori tradizionali ha chiuso il III trimestre con un nuovo massimo di USD 533 mld

Il capitale dei riassicuratori globali ha raggiunto il suo massimo pre-pandemico di USD 625 miliardi entro la fine del terzo trimestre 2020, grazie alla continua ripresa del mercato dei capitali e all’aumento di capitale, secondo quanto riporta il broker assicurativo e riassicurativo Aon.

Si tratta di una crescita dello 0,6% circa rispetto ai USD 530 miliardi registrati alla fine del 2019.

Il nuovo picco per il capitale tradizionale è stato sostenuto sia da un rimbalzo del mercato dei capitali nel secondo e terzo trimestre, sia da circa USD 10 miliardi di nuove emissioni, afferma Aon.

Allo stesso tempo, Aon riferisce che, mentre il capitale di riassicurazione alternativo o di terzi ha registrato un certo rimbalzo nel secondo trimestre dell’anno, rimane al di sotto dei livelli di fine anno del 2019, chiudendo il terzo trimestre a 92 miliardi di dollari.

Mentre l’emissione di obbligazioni catastrofiche e le relative emissioni di titoli insurance-linked securities (ILS) sono aumentate nel 2020 fino a raggiungere un nuovo massimo di USD 16,4 miliardi, come dimostra l’Artemis Deal Directory, la riassicurazione collaterale ha continuato a ritirarsi, mentre sia i sidecar che le ILW sono rimaste relativamente stabili, osserva Aon.

Nel complesso, il capitale globale dei riassicuratori ha chiuso il terzo trimestre a 625 miliardi di dollari, in linea con il volume registrato alla fine del 2019, prima dell’arrivo della pandemia COVID-19.

riassicuratori