Posteserenità Senior per i nonni

Il prodotto è destinato agli ultraottantenni e i costi non elevati portano a stime di performance interessanti

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Posteserenità Senior è un prodotto assicurativo a premio unico e a vita intera, destinato ai clienti con età assicurativa di almeno 80 anni. Il premio versato, al netto dei costi, verrà investito in una gestione molto prudente, rappresentata dalla gestione separata di Poste Vita denominata Posta ValorePiù. Il contratto è a vita intera, pertanto la durata coincide con la vita dell’assicurato. In sede di liquidazione è garantito il versamento di un capitale pari almeno all’importo dei premi versati nella gestione separata, sia in caso di decesso che di riscatto totale, al netto di eventuali riscatti parziali. In sostanza è un contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili, dove il premio unico deve essere di almeno 2500 euro ma non superiore a 2,5 milioni di euro. E’ prevista la possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi di importo pari o superiore a 500 euro ciascuno, e i costi di caricamento sul premio unico e sui versamenti aggiuntivi sono pari all’1%, senza invece spese di emissione del contratto. In caso di decesso dell’assicurato, Poste Vita paga il capitale assicurato maturato in corso di contratto, ai beneficiari nominati dal contraente al momento della sottoscrizione; al momento della sottoscrizione è possibile scegliere a chi destinare il capitale assicurato in caso di decesso dell’assicurato. Sarà comunque possibile, nei limiti previsti dalle condizioni di assicurazione, revocare o modificare i beneficiari. Mentre in caso di riscatto totale e di decesso dell’assicurato, Poste Vita riconosce un tasso di rendimento minimo garantito dello 0% sul capitale assicurato maturato, che si riflette nella garanzia sui premi netti versati nella gestione separata. Per quanto riguarda le condizioni di riscatto, sarà possibile richiederlo senza alcun costo. La Compagnia, in caso di riscatto totale, liquida un importo almeno pari ai premi versati, mentre in caso di riscatto parziale l’importo lordo richiesto non deve essere inferiore a 500 euro e il capitale residuo in polizza non deve essere inferiore a 2500 euro. In un anno assicurativo è anche possibile fare più richieste di riscatto parziale. L’aliquota percentuale che Poste Vita trattiene sul rendimento della gestione separata per ogni anno assicurativo è pari all’1,2% annuo, trattenuto mensilmente (0,1% al mese). L’orizzonte temporale suggerito è pari a 3 anni, e si tratta di una indicazione coerente considerando l’età minima da cui si può sottoscrivere questa polizza. Su tale orizzonte di investimento, il Kid stima anche in caso di forte stress dei mercati la conservazione del capitale. Il prodotto è quindi adatto agli anziani che vogliono garantire totale serenità ai beneficiari in termini di conservazione del capitale, ma anche una discreta redditività nel caso i mercati diano una mano. Lo scenario moderato (che coincide con lo scenario in caso di decesso), ipotizzando un investimento di 10 mila euro, stima già al netto dei costi un utile medio annuo dello 0,85%, che può salire al 1,23% annuo in caso di contesto finanziario favorevole. Tali scenari attesi derivano dai rendimenti storici della gestione separata sottostante alla polizza. Posta ValorePiù ha così espresso nel 2018 un rendimento, al lordo dei costi, pari al 2,82%, grazie ad un portafoglio ben bilanciato. Se il 57% circa della massa in gestione è destinato ai titoli di Stato italiani, la vera diversificazione proviene dal 22% di quote di fondi, che permettono di raggiungere asset class in grado di ottimizzare il rapporto rendimento-rischio, e non concentrare il credit risk sul solo rischio Paese Italia. Le obbligazioni corporate in euro valgono a loro volta il 15% circa del portafoglio. L’impatto totale dei costi del prodotto si colloca al 1,54% annuo dopo 3 anni. (riproduzione riservata)

Clicca qui per la scheda completa