La consulenza nella distribuzione e nella intermediazione assicurativa

INTERMEDIARI

Autore: Gigi Giudice
ASSINEWS 315 – gennaio 2020

Fondazione Galbusera Convegno 2019- Università di Padova

In tempi di evoluzione dei paradigmi, assume un significato specifico – in rapporto con l’attualità della preservazione della natura dagli attentati conseguenti all’antropizzazione – l’ambientazione scelta dalla Fondazione Galbusera- Centro Studi Internazonale della Intermediazione Assicurativa per svolgervi il suo undicesimo convegno. Dalla sede consueta di Verona, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, i lavori si sono trasferiti nell’Orto Botanico patavino.

Magico santuario per ogni cultore delle speci arboree, la cui fondazione risale a una delibera del Senato della Serenissima Repubblica del 1545, oggi patrimonio dell’Unesco, preso a modello di tutti gli orti botanici del mondo. La pianta più antica e famosa per ragioni umanistico-letterarie dell’Orto è la Palma di Wolfgang Goethe.

Che il grande poeta tedesco ha reso immortale in una sua composizione. Non propriamente intonato all’ala della poesia, ma piuttosto calato nella immanente realtà della professione assicurativa l’argomento del convegno: “La consulenza nella distribuzione e nell’intermediazione assicurativa”. Consulenza è un termine che, nella sua più corriva accezione, viene usato per definire l’attività di prestazione di consigli o di pareri richiesti a un “esperto” che risulti conoscitore credibile e competente della materia in cui si dichiari versato. Nel caso nostro della materia assicurativa.

Ora la capacità di orientare le scelte del soggetto destinatario della consulenza risulta in questo nostro periodo storico sempre più sotto la lente dei regolatori del mercato assicurativo e finanziario. Azione necessitata dall’imperativo di garantire l’affidabilità dell’erogatore della prestazione consulenziale, in funzione della tutela dell’utente/richiedente. Oltre che del corretto funzionamento del settore assicurativo. Le normative sempre più stringenti hanno infatti introdotto riserve di attività, limitazioni contenutistiche, indicazioni formali e responsabilità che interessano – in particolare – gli intermediari operanti nel contesto assicurativo.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati