City Insurance attira l’interesse dei fondi inglesi

City Insurance, compagnia leader del mercato assicurativo rumeno con circa 3 milioni di clienti, avrebbe dato mandato a un consulente londinese per trattare con nuovi investitori che hanno bussato alle porte della compagnia negli ultimi mesi.

City Insurance ha chiuso un 2019 da record, con una raccolta premi di circa 410 milioni di euro, pari a un incremento del 28% rispetto all’anno precedente, mentre l’ammontare degli indennizzi liquidati ai clienti sono cresciuti del 33% raggiungendo quota 244 milioni.

A fine 2019 il portafoglio assicurativo di City Insurance era costituito da 3,2 milioni di polizze, di cui 2,2 milioni di assicurazioni auto, circa 172mila contratti di assicurazione sulla casa e circa 226mila polizze infortuni.

Secondo quanto riporta il sito rumeno “Economica.net”, City Insurance sarebbe in trattative avanzate con alcuni fondi di investimento attivi sul mercato londinese. Per facilitare la transazione, la compagnia ha assunto un consulente britannico che selezionerà e prenderà in esame solamente player interessati a investire nella compagnia che punta ad aumentare il capitale per un ammontare tra i 50 e i 100 milioni di euro e che saranno un valore aggiunto per l’ulteriore crescita ed espansione della compagnia nei mercati europei.

Un importo rilevante al quale andrà aggiunto il prezzo di cessione delle partecipazioni dell’attuale azionista di maggioranza, la società svizzera Vivendi International, controllata da Dan Odobescu.

Lo scenario che si prospetta è quello di un riassetto azionario di City Insurance e di un suo rafforzamento globale. Grazie ai nuovi partner internazionali City Insurance andrebbe ad ampliare notevolmente il proprio raggio d’azione, diventando un player europeo a tutti gli effetti, dando vita al nuovo piano industriale per il prossimo quinquennio che porterà all’apertura verso nuovi mercati e alla ramificazione nei mercati nei quali la compagnia già opera.

City Insurance