AIG rafforza la struttura Liability con l’ingresso di Berretta e Giallanza

A far data dal 16. Gennaio 2020, AIG amplia la propria struttura RC in Italia. Fa il suo ingresso in AIG Alessandro Giallanza, laureato in Relazioni Pubbliche presso lo IULM di Milano. Senior Casualty Underwriter in Axa dal 2015, si occupa di analisi tecniche dei rischi e quotazioni di Aziende con fatturato superiore a 100ml euro e di tutti i Programmi Internazionali. Precedentemente in AIG nel ruolo di Casualty Underwriter Corporate e Major e Team Leader. Dal 2001 al 2008 Causalty Underwriter in Aurora. Nel suo nuovo ruolo di Senior Casualty Underwriter riporterà a Fabrizio Berretta.


Fabrizio Berretta sarà invece il Liability Manager AIG Paesi Mediterranei.
Fabrizio, laureato in Economia all’Università di Torino, ricopre dal 2015 in Axa Corporate Solutions il ruolo di Casualty LoB Manager, responsabile in Italia per lo sviluppo del portafoglio Liability, Environment Liability, Financial Lines, Personal Accident e Cyber. Precedente esperienza sempre in Axa Corporate Solutions come High Growth Market Manager dal 2012, sviluppa, in collaborazione con gli enti locali del gruppo AXA, i grandi rischi P&C, Construction, Marine in Algeria, Grecia, Serbia e Turchia. Dal 2005 al 2012 Senior Casualty Underwriter. Precedente esperienza in AIG dal 2002 al 2005 come Senior Liability Underwriter, in Cattolica e in Augusta Assicurazioni.
Nella sua nuova funzione riporterà a Marco Dalle Vacche, General Manager Italia e Paesi Mediterranei.

Marina Giurato, in precedenza a capo della struttura Liability di AIG Italia, sarà invece incaricata di seguire un progetto commerciale focalizzato sull’RC nell’ambito della struttura commerciale.

“Sono particolarmente felice del ritorno in Aig di Fabrizio e Alessandro che testimoniano la nostra ferma volontà di tornare a crescere nel Liability che include RC, Inquinamento e Crisis Management, un settore profittevole e in cui Aig ha molti vantaggi competitivi. Dopo una lunga e qualificata esperienza presso altri primari assicuratori potranno portare con loro e condividere con il nostro team un patrimonio di conoscenze e expertise che aumenterà la qualità del nostro risk underwriting e il valore del nostro servizio ai clienti”, ha commentato Marco dalle Vacche.