AXA XL punta sull’IA per potenziare le proprie capacità nel Property Risk Engineering

AXA XL Risk Consulting punta sull’Intelligenza Artificiale (IA) per potenziare le proprie capacità nel Property Risk Engineering.

A fronte di dati sempre più complessi e di portata sempre più vasta a disposizione degli assicuratori, l’IA è destinata a veder crescere la propria importanza nell’ambito dei processi del settore assicurativo. Già in passato AXA XL ha sperimentato un’ampia gamma di tecnologie innovative con l’intento di esplorarne le possibilità, avendo lavorato con diverse start up IA tramite i propri team Accelerate e Digital.

Attualmente AXA XL Risk Consulting sta collaborando con Expert System, una società di software italiana che sviluppa software di cognitive computing basati su algoritmi di IA. Al fine di agevolare l’analisi delle perizie immobiliari, il team utilizza Cogito Discover, un’applicazione software che sfrutta l’IA per identificare il significato corretto delle parole e delle espressioni nel loro contesto ed è in grado di comprendere la relazione tra diversi concetti.

L’automatizzazione del processo di lettura delle perizie immobiliari attraverso l’elaborazione del linguaggio naturale permette al team Risk Consulting di ampliare lo spettro della documentazione e il volume dei rendiconti che possono essere esaminati, di concentrare il tempo dedicato al risk engineering su aree ad alto impatto e di mitigare in modo più efficace il rischio lato cliente, consentendo inoltre agli assicuratori di ridurre i tempi di formulazione dei preventivi. Grazie a questa nuova tecnologia, i consulenti specialisti del rischio di AXA XL sono in grado di estrapolare in pochi minuti le informazioni e i dati fondamentali di perizie tecniche di oltre 100 pagine.