MetLife: ok Fsoc a minori controlli federali

L’amministrazione Trump ha fatto cadere il ricorso in appello presentato nel 2016 dal governo Usa, durante l’amministrazione Obama, contro la decisione di un tribunale statunitense, che ha svincolato MetLife dagli stretti controlli federali imposti dalla valutazione “di rilevanza sistemica” che la società ha ricevuto nel 2014.

La società e i regolatori del Financial Stability Oversight Council (Fsoc) hanno chiesto alla Corte d’Appello della Columbia di chiudere il caso. Questa mossa conferma una vittoria a favore di MetLife.

Le autorità nel 2014 avevano identificato Metlife come “istituzione finanziaria di rilevanza sistemica”, affermando che le difficoltà che la compagnia stava affrontando avrebbero messo a rischio l’economia di tutto il Paese.

Il Segretario del Tesoro, Steven Mnuchin (il consiglio Fsoc fa parte di questa istituzione), si è detto lieto di aver messo fine al caso. Questi ha anche aggiunto che la maggioranza dei membri del consiglio ha votato a favore della compagnia. Il Segretario ha promesso che collaborerà per far chiarezza sul processo attraverso cui le società vengono dichiarate “di rilevanza sistemica”.

Questo dovrebbe contribuire ad alzare la soglia di valutazione delle società da parte delle autorità. Le compagnie che rientrano nei requisiti dell’indice sono, infatti, sottoposte a controlli federali molto severi.