Applicazione delle franchigie contrattuali

IL VOSTRO QUESITO

Il quesito che vi sottopongo riguarda un caso occorso ad un mio cliente al quale ho prestato assistenza nella risoluzione di un sinistro subito e pagato da polizza RC professionale.

Il veicolo del mio cliente si trovava regolarmente parcheggiato nelle vicinanze di un bosco nel quale si stavano eseguendo lavori di disboscamento. Ad un certo punto un tronco si stacca improvvisamente da un macchinario andando a schiacciare la vettura di sua proprietà. Stabilita e accertata la responsabilità della ditta esecutrice dei lavori e l’importo del danno da rimborsare, la compagnia risarcisce direttamente il mio cliente decurtando dal totale dell’indennizzo dovuto la franchigia contrattuale prevista dalla polizza RC della ditta esecutrice dei lavori. In totale disaccordo con il liquidatore incaricato, insisto che la franchigia andrebbe recuperata in seguito e direttamente dalla ditta che ha causato il danno (come peraltro sempre accaduto in circostanze analoghe), ma citandomi l’articolo 1917 del codice civile (che ho letto ma che a mio parere non parla di applicazione delle franchigie contrattuali), ritiene che il mio cliente debba rivolgersi direttamente a chi gli ha causato il danno per il recupero dell’importo previsto per la franchigia (ovviamente operazione difficile da intraprendere). Vorrei sapere se il comportamento tenuto dalla compagnia liquidatrice è corretto o se vi sono estremi giurisprudenziali affinché il danneggiato possa pretendere il pagamento totale del danno subito.

 

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati