Rimborso spese odontoiatriche da infortunio

IL VOSTRO QUESITO

Una mia cliente ha subito un infortunio stradale con conseguenti fratture dento-alveolari (lussazioni estrusive, fratture coronali).

La stessa è stata sottoposta ad interventi chirurgici odontoiatrici ripetuti con cure canalari e restauro incisivi, premolari e molari.

La copertura assicurativa chiamata al rimborso è una polizza di RSM che, in merito al caso specifico, recita: “l’assicurazione non è operante per le protesi dentarie in ogni caso e le cure dentarie o delle parodontopatie quando non siano rese necessarie da infortunio”.

La compagnia contesta oltre alle spese delle protesi (anche se non applicate per un mero fatto estetico, ma percorso obbligato dall’infortunio), anche le spese relative al posizionamento delle protesi stesse  e quindi le cure relative all’esecuzione del lavoro stesso (ad esempio le gestioni fasi protesiche, o l’estrazione complicata o pre-implantare ecc).

Poiché ho ritenuto che la cosa fosse stata interpretata un po’ troppo a favore dell’assicuratore, ho cercato un po’ di giurisprudenza e la sentenza della Cassazione n. 866 del 2008 credo sia molto favorevole alla mia cliente.

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati