Il potere di una parola: che cosa significa “uso di un veicolo”?

7315

RC AUTO

Autore: Ernesto Gallarato
ASSINEWS 281 – dicembre 2016

 

Chissà che cosa avrà pensato il signor Damijan Vnuk quel 13 agosto del 2007, quando si sentì sbalzare violentemente dalla scala sulla quale era salito per fare dei lavori nella sua fattoria nella campagna slovena?

In quelle circostanze in genere ci si rende conto della velocità con la quale il cervello umano elabora milioni di informazioni, ripercorrendo un’intera esistenza in pochi attimi. Gli attimi – eterni – che gli ci vollero per raggiungere il suolo e spaccarsi un bel po’ di ossa. Probabilmente prima di svenire ebbe il tempo di vedere che la causa del suo volo nell’aia di casa era stato il trattore di un vicino che, con un rimorchio pieno di balle di fieno, per un’errata manovra aveva urtato la scala togliendogliela letteralmente da sotto i piedi.

Il folletto che c’è in noi sarebbe incuriosito di sapere cosa si esclama in sloveno in questi casi, sul versante sia religioso che laico, ma un’indagine di questo tipo probabilmente violerebbe la privacy sia del signor Vnuk che del suo vicino di casa. In ogni caso ci porterebbe fuori tema.

Il tema in effetti è: il povero Damijan avrà potuto chiamare almeno in causa l’assicurazione del responsabile per consolarsi in parte dei danni fisici subiti, quantificati in circa 16.000 euro? Non è una domanda retorica. Infatti il Tribunale sloveno chiamato a giudicare il caso rispose NO.

CONTENUTO A PAGAMENTO Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati a MENSILENon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati